Buone vacanze

Lunedì mattina mando la newsletter di agosto, che sarà in forma ridotta per non rovinarvi le vacanze, poi chiudo per ferie. Nelle prossime settimane, niente paura, rispondo al telefono e alle email; solo, abbiate pazienza, rispondo quando mi va. Il blog riapre a fine mese. 🙂

Proprio non lo so

Nel primo capitolo del romanzo Biliardo alle nove e mezzo Heinrich Böll ci dice che il signor Fähmel tutte le mattine dalle otto e mezzo alle nove e mezzo è nel suo studio, dove fuma sigarette e firma delle carte che lascia alla sua segretaria Leonore. Poi, alle nove e mezzo, se ne va per …

Come la puntura

Stamattina sono andato a fare gli esami del sangue. Non ho la fobia degli aghi, però il pizzico della puntura mi fa un po’ paura, come penso quasi a tutti. Visto che è una cosa che va fatta, per farmi coraggio giro la testa da un’altra parte per non guardare, e via: fatta anche stavolta. …

Non mi hanno lasciato loro

Ho scritto un’altra email, sempre a quelli là che non leggono le mie email da mesi, per dirgli che forse è meglio che io cancelli i loro contatti e non gli scriva mai più. Mi sento un po’ come quelli che raccontano agli amici che sono stati loro a farsi lasciare. Certo.

Cri-cri

Certe volte, quando devo scrivere, un po’ per concentrarmi e un po’ per dare un certo ritmo alle frasi, mi metto le cuffiette e ascolto la musica. Nei pomeriggi caldi d’estate come oggi, però, mi piace ascoltare le cicale e scrivere a ritmo del loro cri-cri.

Siamo il flusso

Alessandra Sarchi ha scritto un libro sul rapporto di alcuni scrittori con la pittura e con il mondo delle immagini. Si intitola La felicità delle immagini, il peso delle parole (Bompiani, 2019) e l’autrice lo ha presentato l’altra sera in un bel contesto lunare. Come era prevedibile, visto il tema, la conversazione tra autrice e …